Spedizione gratuita per ordini superiori a 60€

Vai al contenuto
Home » Blog » Studio sulla malattia di Lyme e benefici dei funghi medicinali

Studio sulla malattia di Lyme e benefici dei funghi medicinali

    Malattia di Lyme

    Sommario

    • Hifas da Terra ha condotto uno studio sulla malattia di Lyme cronica associata alla Micoterapia. 
    • Questo studio aveva lo scopo di indagare gli effetti della Micoterapia con Reishi (Ganoderma lucidum) ed Hericium (Hericium erinaceus) per 3 mesi in persone con Sindrome della malattia di Lyme post-trattamento (PTLDS).
    • Lo studio è stato condotto in collaborazione con Déborah Jublin, naturopata e coordinatrice dell’associazione Réseau Lyme Europe.

    La Borreliosi di Lyme: una malattia invalidante

    Secondo quanto riportato dall’Instituto de Salud Carlos III (Ministero della Scienza e dell’Innovazione), la Malattia di Lyme è un’infezione batterica emergente in Europa che può essere contratta dopo il morso di una zecca del genere Ixodes infetta da Borrelia burgdorferi.

    La malattia di Lyme è una zoonosi (patologia che può essere trasmessa dagli animali alle persone) che può manifestarsi con un quadro parainfluenzale non specifico accompagnato dall’eritema migrans, una lesione caratteristica della malattia.

    L’infezione di solito è asintomatica, ma in alcuni casi può portare a una condizione invalidante (dolori articolari persistenti, paralisi parziale degli arti, ecc.). È importante sottolineare che la malattia di Lyme non è contagiosa(1).

    Sindrome post-trattamento presente nel 20% dei pazienti

    La sindrome post-trattamento della malattia di Lyme (PTLDS) è una condizione in cui i pazienti presentano sintomi persistenti di affaticamento, dolore e difficoltà cognitive dopo 6 mesi di trattamento antibiotico per la malattia di Lyme acuta.

    Fino al 20% dei pazienti con malattia di Lyme sviluppano la PTLDS. Per definizione, la sindrome post-trattamento della malattia di Lyme include una diagnosi precedente di malattia di Lyme, sintomi ricorrenti di affaticamento, dolore muscolo-scheletrico o deterioramento cognitivo, che persistono per almeno sei mesi dopo la conclusione del trattamento antibiotico.

    Anche se la storia di un morso di zecca o un’eruzione cutanea migrante eritematosa (EEM) consente una diagnosi rapida, pochi pazienti sono consapevoli del morso di zecca prima dell’infezione e l’incidenza delle eruzioni EEM varia in base alla localizzazione geografica e alla specie di Borrelia, quindi alcuni pazienti non sviluppano mai EEM.

    Manifestazioni croniche della malattia di Lyme

    Le manifestazioni croniche della malattia di Lyme possono essere il risultato di ritardi nella diagnosi o del fallimento della terapia antibiotica, poiché i trattamenti comunemente prescritti potrebbero non essere curativi. 

    I ricercatori hanno scoperto che i pazienti con malattia di Lyme acuta e/o di lunga durata spesso rimangono malati per lunghi periodi dopo il trattamento e che alcuni vedono progredire la loro malattia nonostante il trattamento(2).

     

    Morso di zecca e malattia di Lyme

    Le manifestazioni croniche della malattia di Lyme sono associate a significative e durature alterazioni della qualità della vita in alcuni pazienti. I punteggi di qualità della vita dei partecipanti nei quattro studi di ritrattamento della malattia di Lyme sponsorizzati dal National Institute of Health (NIH) erano sistematicamente inferiori rispetto a quelli delle popolazioni sane. In due di questi studi, i sintomi persistenti erano così gravi da interferire con il funzionamento quotidiano(3).

    Impatto socio-economico della malattia di Lyme

    L’impatto economico delle manifestazioni croniche della malattia di Lyme può essere considerevole. Le risposte a un sondaggio condotto su pazienti diagnosticati con malattia di Lyme (basato sui criteri di sorveglianza dei Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie) e coloro che sono stati malati per 6 mesi o più, hanno rivelato che il 39,4% e il 28,3% rispettivamente, hanno smesso di lavorare o ridotto il loro orario di lavoro e il 37,3% ha speso almeno 5.000 dollari in spese dirette correlate alla malattia di Lyme(4).

    Nonostante l’importante impatto che le manifestazioni croniche della malattia di Lyme possono avere sulle persone, sulle loro famiglie e sull’economia, non esiste ancora una definizione ampiamente accettata della malattia di Lyme cronica(3).

    La Società per le Malattie Infettive dell’America (IDSA) ha proposto criteri di inclusione per la diagnosi della sindrome post-trattamento della malattia di Lyme, o PTLDS, che includono una diagnosi precedente di malattia di Lyme, stabilizzazione dei sintomi dopo il trattamento antibiotico e sintomi ricorrenti di affaticamento, dolore muscolo-scheletrico o lamentele di difficoltà cognitive che persistono per almeno 6 mesi dopo la fine del trattamento antibiotico(5).

    È stato concordato un progetto di ricerca per studiare gli effetti della supplementazione con estratti specifici di funghi di Hifas da Terra nella PTLDS per studiare un gruppo di 19 persone, con particolare attenzione alle variazioni nell’affaticamento e nel dolore

    Nuovi studi per la gestione di sintomi

    I funghi medicinali scelti per questo studio sono stati il Reishi e l’Hericium.

    Numerosi studi scientifici hanno valutato l’azione antinfiammatoria del fungo Ganoderma lucidum (Reishi)(6,7,8,9,10). Questa specie, ampiamente utilizzata nella medicina tradizionale orientale, è stata anche studiata per i problemi di spossatezza (10,11), che sono frequenti nelle persone con malattia di Lyme cronica.

    D’altra parte, i composti presenti nell’Hericium erinaceus sono stati studiati a livello cognitivo (12,13,14) e digestivo(15,16,17). Il ripristino di un microbiota intestinale ottimale consente una migliore assimilazione dei principi attivi dei funghi puri, così come degli alimenti in generale.

    Pertanto, il supporto complementare offerto dagli integratori a base di Reishi ed Hericium potrebbe aiutare a migliorare i sintomi che persistono dopo il trattamento convenzionale della sindrome post-Lyme.

    Dettagli dello studio sulla malattia di Lyme con estratti di Reishi ed Hericium HdT

    Per partecipare allo studio, le persone dovevano avere tra i 18 e i 65 anni e una diagnosi precedente di malattia di Lyme, ossia un test iniziale positivo con enzimi legati all’immunosorbente (ELISA), seguito da un test Western blot positivo, con o senza eritema migrans. Dovevano anche aver ricevuto un trattamento antibiotico iniziale, non aver assunto antibiotici nelle tre settimane precedenti e essere trascorsi più di 6 mesi tra la diagnosi iniziale e lo stadio avanzato della malattia. Ai partecipanti è stato inoltre chiesto di segnalare dolore, affaticamento o deterioramento cognitivo (ad esempio, perdita di memoria).

    Sono stati inclusi 19 individui nell’analisi.

    Due capsule al giorno di Mico-Rei, Ganoderma lucidum (estratto concentrato di Reishi HdT), prima della colazione e tre capsule al giorno di Mico-Leo, Hericium erinaceus (estratto concentrato di Hericium HdT), divise tra mattina, mezzogiorno e sera (1-1-1), per 3 mesi (12 settimane).

    Per misurare gli effetti dell’assunzione di Reishi ed Hericium sui sintomi persistenti dopo il trattamento convenzionale delle malattie trasmesse dalle zecche, ai partecipanti è stato chiesto di compilare i seguenti questionari in diversi momenti dello studio prima dell’assunzione:

    • a 6 settimane  
    • 12 settimane dopo l’inizio della Micoterapia.

    I seguenti questionari sono stati completati in fasi diverse:

    • Questionario di valutazione della fatica.

    Questionario del dolore: questionario breve sul dolore di McGill. (Versione francese: Questionnaire de douleur Saint-Antoine abbreviato QDSA).

    RISULTATI PROMETTENTI

    I questionari compilati hanno mostrato che i partecipanti con PTLDS (sindrome post-trattamento della malattia di Lyme) hanno riportato e ottenuto una media del 65% di risposte positive ai questionari standardizzati selezionati per monitorare la fatica nel corso di 12 settimane. Inoltre, i pazienti con PTLDS hanno anche risposto positivamente al 57% quando sono state loro poste domande sull’intensità del dolore e hanno migliorato le loro condizioni durante lo stesso periodo di 12 settimane di integrazione.

    In circa la metà delle risposte ottenute nei questionari standardizzati è stato osservato che l’integrazione produceva effetti positivi già dalla 6ª settimana di somministrazione, suggerendo un miglioramento piuttosto rapido considerata la gravità dei sintomi associati alla PTLDS.

    Anche se attualmente sono in corso ulteriori analisi dei dati, questi risultati hanno dimostrato possibili benefici indotti dall’integrazione con due specifici estratti di funghi HdT nello stress post-traumatico.

    Le interviste non farmacologiche nei pazienti con PTLDS sono rare, e la maggior parte degli studi pubblicati sul trattamento di questa malattia coinvolgono l’uso di antibiotici e altre misure farmacologiche. Tuttavia, lo studio attuale ha dimostrato che l’uso di estratti di funghi specifici può essere efficace nell’alleviare i sintomi in un breve periodo.

    ARTICOLI CONSIGLIATI

    Malattia di Lyme

    Studio sulla malattia di Lyme e benefici dei funghi medicinali

    La malattia di Lyme è un’infezione batterica trasmessa agli esseri umani attraverso il morso di zecche infette, in particolare zecche del genere Ixodes. La malattia è caratterizzata da diversi tipi di sintomi che possono variare da manifestazioni lievi a gravi complicazioni. In questo post esamineremo i sintomi principali e i nuovi studi per la gestione degli stessi.

    Read More

    Trattamento per la SIBO: come alleviare il disagio intestinale

    Il trattamento della SIBO, nota anche come sovracrescita batterica nell’intestino tenue, è una delle sfide attuali per i professionisti della salute; si tratta di un problema che sta diventando sempre più comune e che può causare sintomi sgradevoli e influire sulla qualità della vita emotiva di coloro che ne soffrono.

    Read More

    ACCESSO PROFESSIONALE

    ACCESSO CLIENTE

    Tempo di consegna e ulteriori informazioni:

    Consegna standard in Italia: 

    • 6€ per ordini inferiori a 60€ e GRATUITA per ordini di 60€ o più.
      Riceverai il tuo ordine entro 3-4 giorni lavorativi. Gli articoli verranno consegnati dal lunedì al venerdì.
    CONDIVIDI IL TUO CARRELLO