Possiamo aiutarti

I funghi hanno un grande potenziale nell’aiutare le persone affette da cancro. Le carenze nutrizionali associate al cancro sono complesse, ma sappiamo che migliorare lo stato nutrizionale può migliorare la risposta immunitaria e quindi ridurre il rischio di infezioni opportunistiche e di effetti collaterali. Questa è la prima linea di azione dei funghi nel supporto complementare contro il cancro, ma non è l’unica.

Oltre a essere un eccellente supplemento nutrizionale, diversi studi giustificano l’uso dei funghi per migliorare l’efficacia della chemioterapia e della radioterapia e per ridurre il dolore tra gli altri effetti collaterali (perdita di capelli e appetito, vomito, ecc.). Esistono anche evidenze sulla modulazione della risposta immunitaria e, grazie a uno dei nostri progetti di ricerca e sviluppo, abbiamo dimostrato l’attività antitumorale di alcuni dei nostri estratti di funghi nelle linee cellulari.

In che modo i funghi aiutano nella diagnosi del cancro?

La ricerca convalida questi vari effetti:

  • riduzione degli effetti collaterali dei trattamenti chemioterapici e radioterapici
  • miglioramento della risposta ai trattamenti di chemioterapia e radioterapia
  • miglioramento dello stato emotivo aumentando le ore di sonno e riducendo i livelli di stress
  • modulazione del sistema immunitario aumentando le popolazioni di alcune cellule
  • supporto all’induzione dei processi di morte cellulare (apoptosi), inibizione della crescita anormala delle cellule e formazione di vasi sanguigni che consentono la crescita e l’espansione del tumore (angiogenesi)
  • danneggiamento delle cellule tumorali (attività citotossica) e supporto del sistema immunitario

I nostri progetti di ricerca in campo oncologico

Anche se esistono moltissimi studi e trial sull’attività dei funghi, noi di Hifas da Terra lavoriamo aprendo nuove aree di ricerca per migliorare i trattamenti complementari di diversi tipi di cancro. Le evidenze ci aiutano a ottimizzare la coltivazione e l’estrazione e a ottenere i composti più rilevanti nella massima concentrazione terapeutica. Questi sono gli attuali progetti di oncologia che stiamo portando avanti:

Micromarker (2018-2021)

Progetto di ricerca e sviluppo collaborativo condotto da Hifas da Terra in cui verrà valutata la relazione tra la modulazione del microbiota intestinale e la progressione del cancro del colon-retto, nonché le ripercussioni dell’uso di composti prebiotici e antinfiammatori derivati dai funghi sulla qualità della vita dei pazienti oncologici. Questa iniziativa è supportata dal CDTI, il mediatore finanziario dell’amministrazione generale dello stato della ricerca e sviluppo aziendale.

CRC-Folfox (2018-2019)

Uno studio pilota per valutare i benefici delle formule di funghi per i pazienti affetti da cancro al colon-retto con neuropatie periferiche dovute al trattamento chemioterapico.

Polar Pelayo Vida Challenge 2017

La Polar Challenge 2017 è stata un viaggio volto al miglioramento per Micaela, Encarna, Ana Belén, Lorena ed Esther. Hanno viaggiato insieme in Groenlandia per promuovere il messaggio che si può sconfiggere il cancro. Durante quest’avventura artica di 18 giorni a -30ºC hanno percorso 200 km a piedi e 100 km in kayak per onorare l’importanza della lotta al superamento e l’esperienza di vita nelle situazioni più difficili.

Collaborazioni

Nel 2017 abbiamo iniziato uno dei nostri progetti più interessanti fino ad oggi. In precedenza avevamo collaborato con associazioni di pazienti e parenti affetti da Alzheimer (AFAPO) e fondazioni che studiano le lesioni neurologiche (FOLTRA). Abbiamo anche partecipato a iniziative di sostegno ai malati di cancro promosse dalla nostra rete di professionisti (La Cajita de Madera), ma la Polar Challenge 2017 ha segnato un prima e un dopo nel nostro impegno verso tutte le persone che affrontano questa malattia. Ora più che mai il cancro al seno è una priorità della nostra ricerca e presto potremo contribuire al suo trattamento.

Evidenze scientifiche dei funghi nel cancro

Ci piace capire perché le cose funzionano in quel modo. Quando abbiamo iniziato la nostra ricerca sapevamo che la medicina tradizionale deriva da circa 540 specie di funghi e molti hanno avuto applicazioni a livello metabolico, cardiovascolare e del sistema nervoso. Tuttavia, presto abbiamo scoperto che tra quelle 540 specie, oltre la metà aveva anche proprietà antitumorali. Ciò ha dato inizio a quella che ora è la nostra principale linea di ricerca e un’area in cui abbiamo alcune delle nostre evidenze più convincenti:

Evidenze nella modulazione della risposta immunitaria

  • Uno studio condotto su pazienti affette da cancro al seno precedentemente trattate con radioterapia ha mostrato che in queste pazienti il micelio secco di T. versicolor ha aumentato il numero di linfociti e l’attività delle cellule Natural Killer.
  • In uno studio condotto su 100 pazienti affette da cancro della cervice, dell’ovaio e dell’endometrio, estratti di Agaricus brasiliensis Murrill, somministrati in concomitanza con la chemioterapia, hanno indotto un aumento significativo dell’attività delle cellule Natural Killer rispetto al placebo.
  • Nei pazienti affetti da cancro del colon-retto allo stadio II e III, l’estratto di PSK (trovato in Coriolus) somministrato in combinazione con la chemioterapia ha indotto un aumento del numero di cellule Natural Killer e una riduzione di una proteina immunosoppressore che sopprime l’acido, oltre a ridurre il rischio di ricorrenza.
  • Uno studio condotto su bambini e adolescenti (2-18 anni) affetti da leucemia e tumori solidi precedentemente trattati con chemioterapia ha mostrato che il trattamento con G. lucidum ha indotto benefici nella risposta linfoproliferativa dei pazienti.

Evidenze nel miglioramento della qualità della vita dei pazienti trattati con chemioterapia

  • Nelle pazienti affette da cancro della cervice, dell’ovaio e dell’endometrio, l’estratto di Agaricus brasiliensis Murrill è stato somministrato in concomitanza con i miglioramenti indotti dalla chemioterapia nella qualità della vita dei pazienti in termini di appetito, alopecia, stabilità emotiva e debolezza generale.
  • Analogamente, in 8 pazienti affetti da cancro dello stomaco e del colon-retto a cui è stato somministrato l’estratto di micelio di Lentinula edodes in concomitanza con la chemioterapia,ha eliminato gli effetti indesiderati della chemioterapia come nausea e dolore addominale.
  • Inoltre sono stati osservati miglioramenti nella qualità della vita dei pazienti sottoposti a terapia ormonale. In 48 pazienti affette da cancro al seno sottoposte a trattamento ormonale che presentavano affaticamento, la polvere di spore del Ganoderma lucidum ha indotto miglioramenti significativi nel benessere fisico e nella fatica, oltre a una riduzione dei livelli di ansia e depressione.

Riferimenti

  1. Ohwada S, Ogawa T, Makita F, Tanahashi Y, Ohya T, Tomizawa N, Satoh Y, Kobayashi I, Izumi M, Takeyoshi I, Hamada K, Minaguchi S, Togo Y, Toshihiko T, Koyama T, Kamio M (2006). Beneficial effects of protein-bound polysaccharide K plus tegafur/uracil in patients with stage II or III colorectal cancer: analysis of immunological parameters. Oncol Rep 15:861-8.
  2. Okuno K, Uno K (2011). Efficacy of orally administered Lentinula edodes mycelia extract for advanced gastrointestinal cancer patients undergoing cancer chemotherapy: a pilot study. Asian Pac J Cancer Prev. 12(7):1671-4.
  3. Shing MK, Leung TF, Chu YL, Li CY, Chik KW, Leung PC, Lee V, Yuen PM e Li CK (2008). Randomized, double-blind and placebo- controlled study of the immunomodulatory effects of Lingzhi in children with cancers. J Clin Oncol ASCO Vol 26, N. 15S (inserto del 20 maggio), 2008: 1402
  4. Torkelson CJ, Sweet E, Martzen MR, Sasagawa M, Wenner CA, Gay J, Putiri A, Standish LJ (2012). Phase 1 Clinical Trial of Trametes versicolor in Women with Breast Cancer. ISRN Oncol. 2012; 2012: 251632.
  5. Zhao YY (2013). Traditional uses, phytochemistry, pharmacology, pharmacokinetics and quality control of Polyporus umbellatus (Pers.) Fries: A review. J Ethnopharmacol 149(1):35-48.
  6. Ahn WS, Kim DJ, Chae GT, Lee JM, Bae SM, Sin JI, Kim YW, Namkoong SE, Lee IP (2004). Natural killer cell activity and quality of life were improved by consumption of a mushroom extract, Agaricus blazei Murill Kyowa, in gynecological cancer patients undergoing chemotherapy. Int J Gynecol Cancer 14:589-94.
  7. Sakamoto J, Morita S, Oba K, Matsui T, Kobayashi M, Nakazato H, Ohashi Y (2006) Efficacy of adjuvant immunochemotherapy with polysaccharide K for patients with curatively resected colorectal cancer: a meta-analysis of centrally randomized controlled clinical trials. Cancer Immunology, Immunotherapy 55, 404-411.
  8. Eliza WLY, Fai CK, Chung LP (2012) Efficacy of Yun Zhi (Coriolus versicolor) on survival in cancer patients: systematic review and meta-analysis. Recent Patents on Inflammation & Allergy Drug Discovery 6, 78-87.
  9. Oba K, Teramukai S, Kobayashi M,·Matsui T,·Kodera Y,·Sakamoto Y (2007) Efficacy of adjuvant immunochemotherapy with polysaccharide K for patients with curative resections of gastric cáncer. Cancer Immunology, Immunotherapy 56, 905-911.
  10. Dai Yu-C, Yang Z-L, Cui B-K, et al (2009). Species diversity and utilization of medicinal mushrooms and fungi in China (review). Int J Med Mush: 11: 287−302.